Jump to Navigation

La mia riflessione sul One Billion Rising

Messaggio di errore

Deprecated function: The each() function is deprecated. This message will be suppressed on further calls in menu_set_active_trail() (linea 2394 di /var/www/disterru/includes/menu.inc).

Dovevo scrivere per prima cosa in inglese, in modo da riflettere il linguaggio che abbiamo usato ieri, il sublime linguaggio della danza.

L'organizzazione (locale) ha scelto 2 luoghi significativi a Belfast come sfondo per la Danza Flash Mob dell'One Billion Rising, l'evento internazionale che mira a mettere assieme le donne e toccare le coscienze contro la violenza domestica e gli abusi. Il 14.02.2013, sotto gli occhi divertiti dei politici a Stormont, più tardi sotto la cupola illuminata del Municipio di Belfast abbiamo ballato per spezzare le catene delle nostre paure, della nostra dipendenza, delle nostre stesse menti.

 

Sento che siamo davvero privilegiat*:

dal punto di vista storico: mia madre 30 anni fa non avrebbe potuto, non avrebbe voluto capire la necessità di un'azione come questa. La mia generazione ha una maggiore libertà. Ci solleviamo per dire “niente più abusi”, e faremo le nostre dichiarazioni senza paure e senza tabù, in modo da semplificare la strada alle nostre figlie, la nuova generazione che beneficerà della nostra unione e della nostra battaglia.

 

Sento che siamo davvero privilegiat*:

dal punto di vista topografico, geografico: le donne irlandesi e nord-irlandesi sono soggette alla tradizionale interpretazione della vita e dei ruoli domestici, come conseguenza delle credenze religiose fortemente sentite. Tradizione e consuetudini sono i nemici della donna sofferente, certamente di ogni donna che osa manifestare un pensiero indipendente. Non ha nessuna importanza quanto fosse numeroso il gruppo di donne che ha ballato ieri. Noi eravamo lì. Forse tante altre sono silenziose, perché questa é la cultura condivisa. Non ha importanza, altre sorelle sapranno, altre sorelle ne saranno coinvolte e beneficeranno dalla nostra azione.

 

Sento che siamo davvero privilegiat*:

dal punto di vista tecnologico: la sofisticata tecnologia che ci ha messe tutte assieme é cosi facilmente accessibile e cosi economica che sottovalutiamo la sua importanza nelle nostre vite quotidiane. Il successo planetario di quest'evento é certamente dovuto ad Internet, in cima a tutti gli sforzi ed al sudore di tantissime organizzazioni, internazionali o locali, che ci hanno focalizzato sull'importanza del messaggio e sulla nostra personale responsabilità di comunicarlo.

Tutt* sentono a vari livello questi privilegi e li stanno usando per ottenere il massimo possibile da questa consapevolezza.

Quella che é stata eseguita ieri in tutto il pianeta é una DANZA POLITICA. Abbiamo danzato per dire Non più' abusi sul mio corpo. Niente più stupri. Tante donne hanno capito. Tante donne si sono trovate assieme, e siamo pronte a diffondere nuovamente il messaggio. Oggi. Domani.

 

bellissima registrazione di entrambi gli eventi

GRAZIE

Raffaella Carta

Condividi e Salva

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Inserisci il codice alfanumerico per dimostrare di essere un vero visitatore
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.


Main menu 2

Articoli | by Dr. Radut